Email marketing: pianificarlo con 5 domande

Email marketing

L’email marketing continua ad essere uno dei modi più semplici e funzionali per tenere i contatti con i vecchi clienti ed incrementare le vendite.
Inviare email promozionali è diventata la cosa più accessibile del mondo… ma riusciamo a farlo con efficacia con una pianificazione studiata a tavolino?

Bene, proviamoci!

Rispondere a 5 domande per pianificare meglio

Perché? – Chi? – Quale? – Come? – Quando?

Rispondere a queste 5 domande è un metodo semplice ed efficace per pianificare la campagna di email marketing: le risposte ti andranno a modellare una email completa, specifica e “tempisticamente” ragionata.


1. Perché

Innanzi tutto vanno fissati i tuoi obbiettivi: pensa alle reali necessità dei tuoi clienti e alle caratteristiche del mezzo pubblicitario che stai usando.

Perché sto usando l’email marketing?

  • Perché è un mezzo accessibile per far fruttare i contatti email che ho acquisito.
  • Perché posso differenziare il messaggio in base alla tipologia di cliente. Ho l’opportunità di trasmettere informazioni che interessano senza sparare nel mucchio.

2. Chi

Rivolgi la tua attenzione ai destinatari. Va definito il pubblico: scegli gruppi di clienti adatti a ricevere ciascun tipo di messaggio.

Chi sono i destinatari?

Scegli i clienti bersaglio del messaggio che vuoi dare. In base alle informazioni che hai acquisito nel database, si suppone che il segmento di clienti selezionato sia quello più interessato a ricevere il messaggio che hai pianificato: maggior probabilità d’interessare, minore di infastidire.

Ora sposta l’attenzione su te stesso:

Chi sono io?

Nella email deve essere ben chiaro il mittente: esponiti in modo preciso, facendo capire a tutti “che sei proprio tu”.


3. Quale

È il momento di definire con precisione quale messaggio inviare.

Quale email invio?

  • Scrivi il testo della email. Banalmente: metti nero su bianco il testo del messaggio.
  • Scegli un titolo chiaro, che attiri l’attenzione senza scadere nello spam.
  • Scegli le immagini più adatte a trasmettere visivamente il contenuto testuale della mail.

4. Come

Poni una particolare attenzione alla veste grafica del messaggio.

Come appare il messaggio?

Template per email
  • Scegli un layout grafico. Esistono infiniti template che danno al messaggio una veste grafica piacevole e intuitiva.
    Si tratta di far acquisire il messaggio col minor sforzo possibile: quindi attraverso spot efficaci, immagini e cura della grafica. Perché l’utente NON ha voglia di leggere, in particolare se si tratta di una email.
  • Inserisci i link opportuni.
  • Le “call to action” non possono mancare: invita il lettore a compiere azioni precise che ha a portata di click.
  • Caricamento veloce: il messaggio si apre velocemente o pesa troppo?
    Più velocemente appare e meglio è: riceviamo spesso email con immagini troppo grandi e pesanti che si caricano dopo 10 secondi. Risultato? Spesso le chiudiamo in fase di caricamento.
    Hai avuto la capacità di far aprire il tuo messaggio: non rischiare di buttare tutto al vento!

5. Quando

Bisogna provare ad identificare il momento più opportuno per inviare il messaggio.

Quando invio l’email?

Il “quando” va scelto in base alle caratteristiche del tuo pubblico e dei tuoi obbiettivi.

  • Qual’è il periodo dell’anno migliore per inviare la mail? Si tratta di informazioni valide nel breve periodo, oppure sono valide per valutare acquisti più in là nel tempo?
    Se vuoi pubblicizzare una promozione natalizia, non lo fai a febbraio… ma nemmeno il 15 dicembre: né troppo presto, né troppo tardi.
  • Qual’è il giorno migliore per inviare la mail?
    La tua clientela preferirebbe riceverla di martedì, mercoledì, sabato… quando?
  • Qual’è l’orario migliore? Meglio inviarla a metà mattinata, di pomeriggio, di sera o di notte?
    Cerca di capire l’orario nel quale il tuo cliente legge la posta elettronica. Lo fa di prima mattina? Programmare l’invio alle ore 6:00 può essere una buona idea: la tua email sarà una delle prime della lista.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.