Cosa mettere sui capelli prima di passare la piastra?

Cosa usare al posto di un termoprotettore?

L’unico consiglio è quello di ricorrere a oli vegetali “leggeri”, poco densi: olio di semi di lino, olio di karité (che non è burro di Karité liquido!), olio di jojoba sono tra quelli da preferire. Se volete provare un prodotto già pronto, ecco il termoprotettore spray ecobio.

Cosa si usa per proteggere i capelli dalla piastra?

Prodotti specifici: termoprotettore e spray

Il metodo ideale per evitare danni dovuti alla piastra è quello di ricorrere ad un termoprotettore, un prodotto da applicare sui capelli prima di asciugarli, per proteggerli dall‘utilizzo eccessivo di phon e piastra, creando una guaina protettiva all’esterno del capello.

Che olio usare prima di fare la piastra?

Gli oli migliori sono quello di jojoba, l’olio di ricino, particolarmente ricco e adatto a capelli molto sfibrati e secchi, l’olio di mandorle dolci e l’olio di cocco, leggero e utile anche per chi abbia i capelli che tendono a diventare più grassi.

Come proteggere i capelli dalla piastra in modo naturale?

I prodotti naturali indispensabili

L’olio di ricino unito all’olio di mandorle dolci è invece un ottimo alleato per capelli setosi, nutriti e rigenerati. Per la salute del capello l’olio di argan è il prodotto d’eccellenza per contrastare i radicali liberi e proteggere da attacchi esterni.

Cosa fare per non danneggiare i capelli?

Come usare la piastra senza rovinare i capelli: 5 mosse…
  1. Usa dei prodotti termo liscianti. …
  2. Asciuga bene i capelli con il phon. …
  3. Dividi i capelli sempre per ciocche. …
  4. Fai la messa in piega con phon e spazzola. …
  5. Fai una maschera una volta a settimana.

Quale olio è meglio per i capelli?

L’Olio di cocco trattiene l’idratazione all’interno dei capelli, l’olio di melograno biologico nutre e idrata in profondità grazie agli omega 5, l’olio di avocado ha un potere rinforzante e aiuta i capelli a mantenersi forti e lucenti.

Quale olio sui capelli asciutti?

Per esempio, l’olio puro di Argan e quello di Ricino, avendo una consistenza molto ricca, sono ideali per i capelli secchi, mentre sono sconsigliati a chi ha i capelli grassi. In tal caso, è meglio optare per oli dalle texture più leggere, come quella dell’olio di jojoba, perfetto per chi cerca idratazione.

Quando si mette l’olio per i capelli?

I capelli secchi gradiranno l’effetto nutriente dell’olio applicato prima della piega, al contrario dei capelli normali preferiranno invece l’uso come impacco pre-shampoo.

Come non far gonfiare i capelli con l’umidità dopo la piastra?

Applicare un prodotto specifico per il brushing (Heat Styling di Redken) che contenga film protettivi ed agenti idratanti per proteggere il capello dal calore del phon e rafforzare la cheratina, impedendo all’umidità di penetrare facilmente.

Che cosa rovina i capelli?

Fattori interni, come variazioni ormonali, stress e alcuni farmaci. Fattori esterni di tipo ambientale, come sole, cloro o salsedine. Esterni di tipo chimico, come colorazioni, decolorazioni, stirature o permanenti. Esterni di tipo meccanico, come l’uso di phon, spazzola o piastra.

Come fare una piega senza rovinare i capelli?

La messa in piega: spazzola, phon e trucchetti

Mentre fate la messa in piega è necessario fare attenzione alla distanza tra la bocchetta del phon e i capelli. Esporli alle alte temperature raggiunte dagli asciugacapelli è dannoso, sia per i capelli che per il cuoio capelluto.

Lascia un commento